Roma,
24
Settembre
2021
|
10:31
Europe/Amsterdam

LEXUS SOSTIENE LO SPAZIO DONNA DI WEWORLD

Riepilogo
  • Per Lexus la costruzione di una società migliore passa anche dal sostegno alle categorie più vulnerabili e per questo sostiene con convinzione WeWorld, organizzazione che da oltre 50 anni si impegna per il rispetto e il riconoscimento dei diritti fondamentali in particolare di donne e, bambine e bambini.
  • Dopo le prime attività condotte congiuntamente in estate, Lexus e WeWorld si sono incontrati nuovamente nello Spazio Donna del quartiere San Basilio di Roma per la donazione da parte di Lexus di un contributo economico a sostegno dei progetti di emancipazione femminile e per l’affidamento in comodato d’uso gratuito di una Lexus UX.
  • Un impegno coerente con i valori alla base del Gruppo Toyota, secondo cui investire e supportare il talento delle persone e le loro capacità, stimolare le passioni, è la via per costruire una società migliore.

Lexus, brand premium del Gruppo Toyota, sostiene l’empowerment femminile per promuovere una società dove non ci siano discriminazioni di genere né pregiudizi, per favorire l’inclusività e lo sviluppo dei talenti individuali.

In questo contesto si inserisce la collaborazione avviata con WeWorld, organizzazione che da oltre 50 anni si impegna affinché i diritti fondamentali di ogni essere umano, in particolare di donne, bambini e bambine, siano riconosciuti e rispettati. Nell’incontro avvenuto ieri nello “Spazio Donna” del quartiere San Basilio a Roma, il Direttore Lexus Italia Maurizio Perinetti ha consegnato al Responsabile della Comunicazione di WeWorld, Andrea Comollo, un assegno simbolico a sostegno dei progetti di emancipazione femminile portati avanti dall’organizzazione e le chiavi di una Lexus UX, che sarà concessa in comodato gratuito per rispondere alle esigenze operative dell’organizzazione.

Con questa partnership Lexus vuole infatti dare il suo sostegno in particolare al progetto di empowerment femminile “Spazio Donna”: localizzati nei quartieri più difficili delle principali città italiane, nascono per contrastare la violenza sulle donne e sostenere le famiglie in difficoltà, creando un luogo di accoglienza e di aggregazione dove costruire relazioni di fiducia e attivare nelle donne una presa di coscienza, attraverso interventi in grado di restituire autostima, progettualità e autonomia.

Siamo orgogliosi e onorati di poter dare il nostro contributo diretto ad una causa sociale molto importante e quantomai attuale” ha dichiarato Maurizio Perinetti, Direttore Lexus Division Italia. “È insito nel DNA di Lexus quello di mettere la persona al centro, di sostenere ogni individuo nello sviluppo dei propri talenti e delle proprie passioni, nel non lasciare mai nessuno indietro. Solo così potremo raggiungere l’obiettivo di una società sempre più inclusiva, sostenibile ed equa”.

Siamo davvero felici che Lexus sia scesa al nostro fianco – dichiara Marco Chiesara, presidente di WeWorldLa battaglia contro la violenza di genere è, e deve essere, trasversale. In WeWorld siamo convinti che tutti possano contribuire a creare comunità inclusive in cui nessun diritto venga negato. Il supporto di Lexus arriva in un anno complesso che ha visto le donne esposte in prima linea. Sono loro che hanno portato il peso delle famiglie, hanno perso il lavoro e, in altri terribili casi, sono rimaste in casa con i propri maltrattanti. Garantire loro un luogo sicuro in cui ricevere sostegno è, per noi, un impegno doveroso e costante che possiamo mantenere anche grazie alle aziende che ci sostengono”.

Prima occasione di incontro tra Lexus e WeWorld sono state le finali del Lexus Padel Vip Cup di questa estate, durante le quali sono stati protagonisti volti noti e campioni dello sport di ieri e di oggi come Totti, Ferrara e Candela. In quella occasione è stata organizzata una raccolta fondi, a sostegno del programma “Spazio Donna”.

 

 

 

Testo generico

LEXUS

Lanciata nel 1989 a livello mondiale, e nel 1993 in Italia, Lexus, brand premium del gruppo Toyota, è attualmente presente in 90 Paesi. Pioniere e leader indiscusso nello sviluppo di motorizzazioni elettrificate, la visione del brand è racchiusa in “Lexus Electrified”, offrire il massimo in termini di performance e piacere di guida nonostante la radicale trasformazione della mobilità dettata dalla guida autonoma e dall’elettrificazione. Si è imposta all’attenzione del mondo grazie al design distintivo delle sue auto, all’innovazione garantita dalla tecnologia Premium Hybrid Electric e oggi anche Full Electric, alla sicurezza offerta di serie con il Lexus Safety System +, e alla qualità superiore assicurata dall’artigianalità dei maestri Takumi. A questi elementi si unisce l’Omotenashi: il concetto giapponese di ospitalità, che descrive anche la capacità di anticipare i bisogni dei propri clienti, ancora prima che si manifestino. In termini di vendite sul mercato globale Lexus è il quarto brand dopo le tre case automobilistiche tedesche. Attualmente detiene la leadership globale nella vendita di vetture ibride elettriche nel mercato Premium, con oltre 2 mio di unità. Il posizionamento del brand viene espresso attraverso “Experience Amazing”: creare esperienze in grado di trasformare la funzione in emozione, la performance in passione e la tecnologia in immaginazione. Lexus presenta una gamma 100% Premium Hybrid Electric, che comprende una offerta completa di SUV con il nuovo UX, la nuova generazione di NX e RX, la berlina ES, la coupè LC, fino alla prestigiosa ammiraglia LS. A tali modelli si affianca la RC F, prodotto con un’anima sportiva, la raffinata LC Convertible e il nuovo UX 300e, prima vettura full electric di Lexus.

Per maggiori informazioni www.lexus.it Per notizie e comunicati stampa: http://newsroom.lexus.it

Social Lexus Italia Facebook: @LexusItalia Twitter: @Lexus_Italia Instagram: lexus_italia. #ExperienceAmazing

WeWorld

WeWorld è un’organizzazione italiana indipendente impegnata da 50 anni a garantire i diritti di donne e bambini in 25 Paesi, compresa l’Italia.

WeWorld lavora in 170 progetti raggiungendo oltre 10,5 milioni di beneficiari diretti e 71,8 milioni di beneficiari indiretti.

È attiva in Italia, Siria, Libano, Palestina, Libia, Tunisia, Burkina Faso, Benin, Burundi, Kenya, Tanzania, Mozambico, Mali, Niger, Bolivia, Brasile, Nicaragua, Guatemala, Haiti, Cuba, Perù, India, Nepal, Tailandia, Cambogia.

Bambine, bambini, donne e giovani, attori di cambiamento in ogni comunità sono i protagonisti dei progetti e delle campagne di WeWorld nei seguenti settori di intervento: diritti umani (parità di genere, prevenzione e contrasto della violenza sui bambini e le donne, migrazioni), aiuti umanitari (prevenzione, soccorso e riabilitazione), sicurezza alimentare, acqua, igiene e salute, istruzione ed educazione, sviluppo socio-economico e protezione ambientale, educazione alla cittadinanza globale e volontariato internazionale.

Mission - La nostra azione si rivolge soprattutto a bambine, bambini, donne e giovani, attori di cambiamento in ogni comunità per un mondo più giusto e inclusivo. Aiutiamo le persone a superare l’emergenza e garantiamo una vita degna, opportunità e futuro attraverso programmi di sviluppo umano ed economico (nell’ambito dell’Agenda 2030).

Vision - Vogliamo un mondo migliore in cui tutti, in particolare bambini e donne, abbiano uguali opportunità e diritti, accesso alle risorse, alla salute, all’istruzione e a un lavoro degno.

Un mondo in cui l’ambiente sia un bene comune rispettato e difeso; in cui la guerra, la violenza e lo sfruttamento siano banditi. Un mondo, terra di tutti, in cui nessuno sia escluso.

SPAZIO DONNA WEWORLD

Gli Spazi Donna WeWorld si inseriscono nelle attività che l’organizzazione realizza, su base nazionale per contrastare la violenza sulle donne.

In questi spazi è prevista la presenza di psicologi e assistenti sociali per rilevare situazioni di violenza subita e di particolare disagio. Con le donne e con i loro bambini organizza attività per il benessere psicofisico, corsi di formazione e laboratori, corsi per la preparazione al conseguimento di titoli di studio e corsi per la preparazione professionale. Sono oltre 1000 le donne coinvolte direttamente nelle attività e quasi 300 bambini assistiti all’interno delle child care di tutta Italia.