roma,
30
Novembre
2021
|
17:00
Europe/Amsterdam

LEXUS PRESENTA ON/ AL DESIGN MIAMI/ 2021

L’installazione di Germane Barnes e la visione del progetto dell'Università di Miami per un futuro elettrificato, a emissioni zero e incentrato sull'uomo, ispirati al concept elettrificato Lexus LF-Z

Lexus ha svelato oggi ON/ al Design Miami/, presentando una vision di Germane Barnes e del suo team dell'Università di Miami. Ispirata alla concept car Lexus LF-Z Electrified, l'installazione è contraddistinta anch’essa dall’elettrificazione, dalla tecnologia e dal design su misura. È stata concepita come un segno dell'impegno del brand Lexus per un lusso che si sente personale e coinvolgente, con una tecnologia intuitiva, un entusiasmo appassionato e l'uso armonioso dell'elettrificazione che aiuta a tracciare un percorso verso un futuro a zero emissioni.

Il titolo dell'installazione allude a un interruttore on/off come visione di un futuro a zero emissioni alimentato dalla tecnologia elettrica. ON/ crea un ambiente progettato per coinvolgere gli spettatori di tutte le età, fornendo un'esperienza che è sia visivamente dinamica che interattiva, mentre offre uno spazio invitante per ricaricarsi e riflettere.

L'installazione è incentrata su una riproduzione scultorea tridimensionale della concept car LF-Z Electrified realizzata in acciaio e illuminata da luci a LED incorporate. Il telaio della vettura brilla ed è sospeso appena sopra il terreno, una visione di un futuro più sostenibile che viene messo a fuoco. Due altalene ancorano il display, ognuna sospesa all'interno di archi illuminati in un riferimento all'architettura classica che è sia fondamentale per la progettazione di infrastrutture civili che centrale per la storia dell'Università di Miami, alludendo a un passaggio tra il nostro presente e le possibilità del futuro.

Questo arco è richiamato nei mobili con illuminazione LED incorporata progettati appositamente da Barnes e dal suo team per l'installazione, creando aree riservate per il riposo, il relax e la ricarica – e riflettendo l'impegno del brand al principio di omotenashi (ospitalità straordinaria).

L'intera installazione segue uno schema di illuminazione unico, progettato per consentire il coinvolgimento degli utenti di tutto il mondo attraverso un modello virtuale interattivo svelato online insieme all'esposizione fisica. I partecipanti sono invitati a creare i propri progetti di illuminazione per l'esposizione, alterando il colore di varie caratteristiche tra cui le pareti, la vettura, le altalene e i mobili. Barnes e il suo team selezioneranno una serie di progetti generati dagli utenti da esporre in loco, evidenziando la visione creativa dei partecipanti di tutto il mondo.

Il modello virtuale è accessibile online al seguente sito: https://lexuscolorcreation.com/

“Come marchio globale, con l'attenzione ai principi del design giapponese di takumi (esperta artigianalità) e omotenashi (ospitalità eccezionale) e la missione di costruire un futuro a emissioni zero, Lexus incarna elementi che sono indicatori essenziali del design di alta qualità di oggi, pur facendo eco ai miei valori personali. Progettare per un futuro che sia collaborativo, sostenibile, equo e che dia priorità alle esperienze uniche degli individui è sia una forza trainante della mia attività che del mio lavoro con gli studenti qui all'Università di Miami. All'apertura di Design Miami/, saremo entusiasti di vedere come il pubblico interagirà con l'installazione, sia di persona che online, e farà propria la nostra visione del futuro", ha commentato Germane Barnes, Assistant Professor presso la Scuola di Architettura dell’Università di Miami.

“Siamo entusiasti di portare questo incredibile progetto di Germane Barnes e dell'Università di Miami al Design Miami/, nel nostro quarto anno di partnership con la fiera", ha commentato Brian Bolain, responsabile mondo del marketing di Lexus. “Mentre guardiamo al design di prossima generazione, questo progetto ci ha dato la possibilità di evidenziare l'impegno di Lexus per l'elettrificazione, lavorando a stretto contatto con gli studenti di UMiami, incredibilmente talentuosi e che rappresentano veramente il futuro del design e dell'innovazione.”