Roma,
12
Settembre
2019
|
10:01
Europe/Amsterdam

LEXUS DESIGN AWARD 2020: NOMINATI I GIUDICI E I MENTORI

UN ELENCO RICCO DI PERSONALITA’ INTERNAZIONALI PER IDENTIFICARE LA PROSSIMA GENERAZIONE DI DESIGNER

Riepilogo

LISTA DEI GIUDICI: Paola Antonelli, Jeanne Gang, John Maeda, Yoshihiro Sawa

LISTA DEI MENTORI: Joe Doucet, Bethan Gray, Philippe Malouin, Shohei Shigematsu

  • Il famoso architetto statunitense Jeanne Gang entra a far parte di una giuria semplicemente formidabile
  • Joe Doucet, Bethan Gray e Philippe Malouin affiancheranno Shohei Shigematsu nella nuova lista di mentori

Lexus International ha annunciato la lista di giudici e mentori del Lexus Design Award 2020. Giunta alla sua ottava edizione, questa competizione internazionale è volta a scoprire e promuovere i futuri talenti creativi capaci di utilizzare il design per costruire un futuro migliore.

Quest’anno Lexus presenta Jeanne Gang, altro nome blasonato del design mondiale che siederà al fianco degli altri giudici e che esemplifica l’obiettivo del concorso, “Design for a Better Tomorrow”. Jeanne Gang aggiungerà nuove prospettive all’interno di una giuria già altamente eterogenea e che include luminari del settore quali Paola Antonelli, Senior Curator of Architecture & Design presso il MOMA, John Maeda, Tecnologo e Chief Experience Officer presso Publicis Sapient, e il Presidente di Lexus International Yoshihiro Sawa.

Nel gruppo dei mentori che seguiranno i progetti dei sei finalisti, che saranno annunciati a gennaio 2020, Lexus dà il benvenuto a un ensemble stellare composto da pionieri della creatività di caratura mondiale. Joe Doucet, designer, artista, imprenditore, inventore e direttore creativo, le cui opere sono state esposte in tutto il mondo e premiate con diversi riconoscimenti. La celebre designer gallese Bethan Gray, i cui caratteristici complementi di arredo si ispirano alle culture di tutto il mondo e sono realizzati con la collaborazione di esperti artigiani. Philippe Malouin, Product e Interior Designer vincitore di numerosi premi e famoso inoltre per le sue opere d’arte e installazioni. L’architetto Shohei Shigematsu, partner dello studio newyorkese OMA, come lo scorso anno sarà chiamato a carpire il potenziale creativo di questa nuova generazione di designer.

Ispirati dalle competenze dei quattro designer di fama mondiale appena citati, i finalisti realizzeranno i prototipi basati sulle loro idee di design: i ragazzi parteciperanno a un esclusivo programma di mentorship nella cornice di uno degli hub culturali più dinamici del panorama mondiale, lo spazio Intersect by Lexus di New York City. I finalisti continueranno a interagire con i rispettivi mentori per finalizzare i prototipi, che saranno esposti presso lo spazio Lexus durante la Milano Design Week* il 20 aprile 2020.

Il concorso, dopo la presentazione dei sei prototipi finalisti, culminerà con la proclamazione del vincitore del Grand Prix nel corso del Press Day del Salone del Mobile.

Sarà possibile iscriversi al concorso Lexus Design Award 2020 fino al 14 ottobre 2019.

Per maggiori informazioni consultare il sito LexusDesignAward.com.

Official Hashtag: #LexusDesignAward

* La più grande esposizione di design al mondo, conosciuta anche come Salone del Mobile, presenta eventi e mostre di marchi e designer in molte categorie tra cui mobili, moda e tessuti.

I GIUDICI DEL LEXUS DESIGN AWARD 2020

PAOLA ANTONELLI

CURATRICE DEL DIPARTIMENTO DI ARCHITETTURA E DESIGN PRESSO IL MoMA, NY

Paola Antonelli è Senior Curator del dipartimento di architettura e design del MoMa, oltre ad esserne la direttrice dell’area Ricerca & Sviluppo. Il suo obiettivo è di promuovere la conoscenza del design, affinché questa arte riesca ad essere sfruttata in tutto il suo potenziale. Il suo lavoro studia l’impatto del design sulle esperienze quotidiane, spesso indagando sugli oggetti e sulle metodologie meno considerati, coniugando design, architettura, arte, scienza e tecnologia. Ha curato numerose esposizioni, scritto numerosi libri e insegnato nelle università di tutto il mondo, tra cui Harvard e la University of California. Dopo la XXII Triennale di Milano, la sua Broken Nature, ispirata ad esempi di architettura e design capaci di riallineare il rapporto tra la natura e gli esseri umani, il suo impegno è rivolto oggi alla mostra Material Ecology, un’esposizione delle opere dell’architetta Neri Oxman che sarà inaugurata al MoMA nel febbraio 2020; alle nuove sessioni dei suoi MoMA R&D Salons; e a due libri: una raccolta di saggi sul design contemporaneo e Design Bites, un libro sui cibi di tutto il mondo da apprezzare come esempi di design esclusivo.

 

JEANNE GANG

ARCHITETTO / FONDATRICE, DIRETTRICE E PARTNER DI STUDIO GANG

Jeanne Gang, FAIA, è fondatrice e partner di Studio Gang, studio di architettura e urban design di fama mondiale. Riconoscibile per un approccio che trascende i confini convenzionali dell’architettura per esplorare la relazione tra individui, comunità e l’ambiente che li circonda, Jeanne possiede un portfolio ricco di opere riconosciute a livello mondiale, dall’America all’Europa: tra queste figurano il pluripremiato grattacielo Aqua Tower di Chicago, l’ampliamento del Museo di Storia Naturale di New York e della nuova Ambasciata degli Stati Uniti a Brasilia. Premiata con la MacArthur Fellowship e docente di Architettura alla Harvard Graduate School of Design, Jeanne quest’anno è stata nominata come una delle personalità più influenti al mondo dal Time Magazine, ottenendo inoltre l’incarico più importante della sua carriera fino ad oggi: l’O’Hare Global Terminal, opera la cui superficie copre oltre 200 ettari.

 

JOHN MAEDA

TECNOLOGO / CHIEF EXPERIENCE OFFICER, PUBLICIS SAPIENT

John Maeda è un tecnologo statunitense, anche designer, ingegnere, artista, investitore, autore e docente. Recentemente è diventato il Chief Experience Officer di Publicis Sapient, società di consulenza della multinazionale Publicis, leader nel settore della comunicazione e del marketing. Ha già ricoperto posizioni importanti presso Automattic, azienda riconducibile a WordPress.com; presso la Kleiner Perkins, una delle principali società d’investimento in capitale di rischio a livello globale; ha diretto la ricerca presso il MIT Media Lab e ricoperto il ruolo di rettore della Rhode Island School of Design. Nominato da “Esquire” tra le 75 personalità più influenti del 21mo secolo”, Maeda cerca la congiunzione tra persone e idee forte della sua esperienza come ingegnere del MIT, designer di fama mondiale ed executive leader. Autore riconosciuto a livello internazionale, tra i suoi libri figurano “Le Leggi della Semplicità e “Redesigning Leadership”. La sua prossima opera, “How to Speak Machine”, uscirà il prossimo mese di novembre. Le sue apparizioni pubbliche come relatore spaziano da Davos a Pechino, da San Paolo fino a New York, e le sue TED Talks sono ascoltate da milioni di utenti in tutto il mondo.

 

YOSHIHIRO SAWA

PRESIDENTE DI LEXUS INTERNATIONALYoshihiro Sawa è stato uno degli artefici della rivoluzione del settore Automotive per oltre 30 anni. Un visionario legato però indissolubilmente alla concretezza, Sawa è riconosciuto come un leader assoluto del settore, coinvolto attivamente nella realizzazione di vetture straordinarie per decenni e applicando la sua prospettiva unica alla coesistenza armonica tra forma e funzione. Negli anni ha ricoperto diverse posizioni aziendali, dall’ingegneria al design passando per il Product Development, acquisendo così una visione olistica del suo lavoro. Una visione che Sawa applica oggi al suo ruolo di Presidente, guidando il brand verso l’obiettivo di offrire ai clienti esperienze straordinarie attraverso il design, l’innovazione ed eccezionali livelli di performance.

 

I MENTORI DEL LEXUS DESIGN AWARD 2020

JOE DOUCET

FONDATORE DELLA JOE DOUCET X PARTNERS

Designer, imprenditore, inventore e direttore creativo, Joe Doucet è tra i talenti creativi più ricercati del momento in America. Dopo la laurea all’Art Center College of Design, Doucet inizia a tradurre la sua visione in forma di prodotti, complementi di arredo e tecnologia per trovare una soluzione alle moderne sfide sociali. La sua opera coniuga funzionalità e appeal visivo trasmettendo allo stesso tempo una molteplicità di messaggi e di significati. Un designer che esprime un concetto molto chiaro: il design e soprattutto il pensiero del designer possono giocare un ruolo fondamentale nell’innovazione e nella risoluzione delle questioni del nostro tempo, così come nell’estetica. Doucet detiene numerosi brevetti per le sue invenzioni e per le opere di design. I suoi lavori sono stati esposti in tutto il mondo. Tra gli altri al London Design Museum e alla Biennale del Design internazionale di Saint-Etienne. Per le sue opere ha ricevuto molti premi, come il World Technology Award for Design Innovation e numerosi Good Design Awards. Il Surface Magazine gli ha conferito l’appellativo di AvantGuardian per il Design e nel 2017 è stato nominato vincitore dello Smithsonian Cooper-Hewitt National Design – premio come Product Designer – il riconoscimento più ambito nel suo campo. Come imprenditore, Doucet ha avviato numerosissime attività per migliorare il mondo attraverso il design, tra cui i brand OTHR e Citizen A.

 

BETHAN GRAY, DIRETTORE CREATIVO

Bethan Gray, designer gallese, è una delle più apprezzate designer di interni a livello mondiale. Grazie al suo lavoro ha vinto per ben quattro volte il premio “Elle Decoration British Design Awards”, oltre all’ambito premio “Best British Designer”. Bethan Gray ha una grande copertura mediatica e le sue opere sono esposte a Londra, Milano, Parigi, New York e Dubai.

Gli avi di Bethan Gray hanno compiuto un incredibile viaggio attraverso i continenti: da allora, Bethan ha esplorato molti dei luoghi da loro visitati, ispirata dall'amore per l’avventura, per l'arte e la cultura. Oggi, la sua missione è combinare elementi contemporanei con le tecniche tradizionali di queste regioni, mantenendo in vita sia le loro caratteristiche culturali sia il talento artigianale. Crede fermamente nella capacità di artigianato e design di raccontare storie, e per questo ha creato diverse joint venture, basate sulla fiducia e sul rispetto reciproco, per sostenere oltre 400 maestri artigiani di tutto il mondo.

Dalla fondazione dello studio nel 2008, la Bethan Gray Design ha progettato collezioni molto vendute e prodotti di alto profilo che possono essere ammirate in alcuni dei negozi più prestigiosi al mondo, tra cui Lane Crawford, Liberty e Harrods. Privatamente, Bethan incoraggia, coltiva e connette tra loro le più talentuose designer del circuito. Recentemente ha lanciato il concorso “Prize for Women in Craft” in collaborazione con la Cardiff Metropolitan University di cui è membro onorario.

 

PHILIPPE MALOUIN

DIRETTORE DEL PHILIPPE MALOUIN STUDIO

Philippe Malouin, canadese, ha conseguito la laurea triennale in Design presso l’Accademia di Eindhoven. Ha proseguito gli studi presso la Scuola Nazionale Superiore di Creazione Industriale a Parigi e conseguito la laurea specialistica all’Università di Montreal.

Ha aperto il suo studio nel 2008 dopo aver lavorato per il designer inglese Tom Dixon. Philippe ha insegnato inoltre al Royal College of Art di Londra dal 2012 al 2015. E’ il direttore di POST-OFFICE, studio di progettazione di architettura e design di interni.

Il suo ricco portfolio comprende tavoli, tappeti, sedie, luci, oggetti d’arte e installazioni. Philippe ha realizzato progetti per: SCP, Marsotto Edizioni, Resident, OTHR, Hem, Ace hotel, Matter-Made, Established & Sons, Roll & Hill, 1882 ltd., Kvadrat, Umbra Shift, Caesarstone, IZÉ, Swarovski, Bloomberg, Aesop, Touch Digital.

Un’installazione di Philippe è stata presentata dalla galleria Salon 94 di New York City. Philippe è stato recentemente insignito del premio “Designer of the Year” dal magazine Wallpaper*. Philippe vive e lavora a Londra, sede anche del suo studio di design.

 

SHOHEI SHIGEMATSU

PARTNER E DIRETTORE OMA NEW YORK

Shohei Shigematsu è uno dei soci dell’OMA dal 1998 e il Direttore della sede di New York dal 2006, di cui nel 2008 è diventato partner. Shohei ha da poco completato la ristrutturazione degli uffici di Sotheby a New York, le torri multi-piano di San Francisco e Miami e il primo edificio dell’OMA a New York City, un complesso residenziale al 121 di East 22nd Street. Sho ha realizzato numerosi progetti culturali tra cui il Quebec National Beaux Arts Museum e il Faena Arts Center di Miami Beach. Al momento sono in corso i lavori per l’ampliamento dell’Albright-Knox-Gundlach Art Museum di Buffalo e per un secondo edificio del New Museum. Ha realizzato inoltre mostre per Prada, per la Biennale di Venezia, per il MoMa, per la Park Avenue Armory e la prima retrospettiva statunitense che celebra Dior presso il Denver Art Museum e il Dallas Museum of Art. Presiede infine i progetti dell’OMA in Giappone, tra cui il nuovo Business Center di Fukuoka (2020) e il primo grattacielo a utilizzo promiscuo dell’OMA a Tokyo per la Mori Building Co, Ltd. (2022).

Critico di design presso la Harvard Graduate School of Design, Sho ha presieduto diverse conferenze per TED, Wired Japan e in numerose università di tutto il mondo.

| LEXUS DESIGN AWARD

Fin dalla sua inaugurazione, avvenuta nel 2013, questa competizione internazionale di design ha sempre rappresentato una piattaforma per designer emergenti e per tutti i "creatori" interessati a contribuire ad un mondo migliore per tutti. L'evento annuale offre ai finalisti l’opportunità unica di lavorare a stretto contatto con designer di caratura mondiale per realizzare i loro progetti, per poi presentarli in occasione delle principali kermesse di design a livello globale.

 

|  LEXUS

Lanciata nel 1989 a livello mondiale, e nel 1993 in Italia, Lexus è attualmente è presente in 90 Paesi. Si è imposta all’attenzione del mondo grazie al design distintivo delle sue auto, all’innovazione garantita dalla tecnologia Full Hybrid Electric, alla sicurezza offerta di serie con il Lexus Safety System +, e alla qualità superiore assicurata dall’artigianalità dei maestri Takumi. A questi elementi si unisce l’Omotenashi: il concetto giapponese di ospitalità, che descrive anche la capacità di anticipare i bisogni dei propri clienti, ancora prima che si manifestino. In termini di vendite sul mercato globale Lexus è il quarto brand dopo le tre case automobilistiche tedesche (Audi, BMW, Mercedes). Attualmente detiene la leadership globale nella vendita di vetture ibride elettriche nel mercato Premium, con 1.567.195 unità (dato aggiornato a giugno 2019). Il posizionamento del brand viene espresso attraverso “Experience Amazing”: creare esperienze in grado di trasformare la funzione in emozione, la performance in passione e la tecnologia in immaginazione. Lexus presenta una completa gamma Full Hybrid Electric, che comprende vetture compatte come la CT, berline IS e la nuova ES, sportive RC e LC, una completa gamma SUV con il nuovo UX, NX e RX, fino alla prestigiosa ammiraglia LS. A tali modelli si affianca la RC F, prodotto con un’anima sportiva.

Per maggiori informazioni www.lexus.it. Per notizie e comunicati stampa: http://newsroom.lexus.it

Social Lexus Italia Facebook: @LexusItalia Twitter: @Lexus_Italia Instagram: lexus_italia